Palloncini rosso sangue

  • ASIN : B091CFFVP3
  • Editore : GPM EDIZIONI (29 marzo 2021)
  • Lingua : Italiano
  • Copertina flessibile : 495 pagine
  • ISBN-13 : 979-1280287175
  • Peso articolo : 744 g
  • Dimensioni : 14.81 x 3.15 x 21.01 cm
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Roma 10 gennaio 2010. Il corpo di un bambino viene rinvenuto all’esterno del circo Tendastrisce, durante l’ultimo spettacolo. Ha gli abiti sgualciti ed è stato soffocato da cinque palloncini rossi. Si tratta di una disgrazia o qualcuno l’ha ucciso dopo aver abusato di lui? È questo l’ennesimo mistero che, otto anni dopo, il commissario Oscar De Santis e l’amica patologa Penelope D’Alessio saranno costretti a svelare per rendere giustizia alle nuove vittime del killer, affidandosi nuovamente ai consigli della scrittrice Sofie Floren, l’unica a conoscenza del segreto dietro a questo terribile delitto.
In questo mio inedito, terzo della saga, le indagini seguite dal commissario Oscar De Santis e dell’amica patologa Penelope D’Alessio li vedono nuovamente intrappolati in un segreto che solo la scrittrice Sofie Floren conosce. Uno dei tanti che ha gelosamente custodito in onore della sua amicizia con il padre di Oscar, e che condurrà i personaggi alla soluzione di un mistero ancora più grande, qualcosa che riguarda la vita dei personaggi e la loro amicizia. La scelta di questo assassino, un clown, non è stata per nulla semplice, ma sofferta e studiata, legata anche a una mia personale fobia, la paura dei pagliacci, che mi porto appresso fin da quando ero bambina. Le maschere rappresentano un mondo sconosciuto, qualcosa che si vuole a tutti i costi tenere segreto e che difficilmente permette a chi le guarda di scoprire. Vivendo in una società in cui ogni giorno le persone indossano una maschera differente e si nascondono dietro a fittizie amicizie o semplicemente a legami di sangue, ho voluto scrivere di un killer che uccide per rabbia e per vendetta, mascherata da giustizia, ma che riserva comunque un fine puro, quello dall’amore, perché ritengo che ogni maschera dovrebbe essere sfilata e ognuno dovrebbe avere il coraggio di svelare i propri inganni come le proprie paure.
I miei ringraziamenti sono rivolti come sempre in primis ai miei genitori appassionati da questa mia devozione per la scrittura, al mio compagno, ai fans del sito personale www.ladykiller.it e agli amici che mi sostengono con il loro entusiasmo. Un ringraziamento particolare è rivolto anche agli amici Google e Internet che mi permettono di trovare ogni informazione necessaria per continuare a scrivere e ad avvicinarmi a realtà e mondi sconosciuti, ma che costellano la mia fantasia. In ultimo, ma non per questo meno importante, un ringraziamento sincero è rivolto la casa editrice GPM Edizioni e tutti i suoi collaboratori.