GLI ANGELI DEL DEMONIO

GLI ANGELI DEL DEMONIO 

A distanza di un anno dalla pubblicazione del primo thriller della saga intitolato I MORTI CHE PARLANO ecco spuntare il secondo, GLI ANGELI DEL DEMONIO.

L’idea di dare vita a una saga e non a un semplice thriller nasce dall’impossibilità da parte dell’autrice di lasciare andare i due protagonisti principali, il commissario Oscar De Santis , e la patologa Penelope d’Alessio. Era impossibile che tutto finisse dopo sole 467 pagine. Che fine avrebbero fatto i miei nuovi amici? Oramai mi ero appassionata all’abitudine di lui di passarsi la mano sulla testa rasata quando è nervoso o a quella di lei di chiamarlo imbecille. E poi quella scrittrice così antipatica aveva ben altro da dire. Ed ecco allora l’idea di un passato non solo di Oscar costretto ad accettare il suicidio del padre, ma anche per Penelope, una verità nascosta che cambia le carte in tavola, che la costringe a rivedere la sua vita, la sua intera esistenza e a rendersi conto che non tutto è mai come sembra.

In questo nuovo episodio della vita dei personaggi avremo a che fare nuovamente con il bene e con il male, con Dio e Satana, con la Chiesa e il demonio, sotto forma di setta satanica. Un argomento che mi ha appassionato fin dall’inizio anche se devo ammettere che ho sempre creduto fosse più semplice da trattare. Spero che GLI ANGELI DEL DEMONIO appassioni anche voi, come ha appassionato anche me.