CRIMINE

LA FIRMA E IL MODUS OPERANDI DEL KILLER DELLE STUDENTESSE

 

Il killer delle studentesse droga le sue vittime con il Rohypnol, iniettendo loro una dose con l'utilizzo di una siringaROHYPNOL

, alla base del collo ed aggiungendo in seguito alcune pasticche per aumentarne l'effetto, rendendole inermi e dunque prede nelle sue mani, gettandole in uno stato confusionale e di incoscienza. Il Rohypnol, prodotto dalla Hoffmann-La Roche, è un farmaco ipnoinducente o sonnifero. Ha effetto ipnotico, ansiolitico e sedativo in quanto induttore di rilassamento muscolo-scheletrico. Il suo principio attivo è il flunitrazepam, rientrante nei derivati benzodiazepinici ed è tra questi ritenuto uno tra i più potenti assieme all'alprazolam ed al clonazepam. La sua commercializzazione è iniziata nel 1970. All'inizio venne usato come ammortizzatore degli effetti di cocaina ed amfetamina; successivamente a scopo ansiolitico ed infine come vera e propria droga, tenuto conto della dipendenza generata dall'assunzione. Sotto l'effetto del Rohypnol (soprattutto insieme ad alcolici od altre droghe) si perde totalmente coscienza di sé e non è infrequente che tale condizione venga seguita da uno stato di amnesia. Per questo motivo, oltre che per alcuni effetti negativi riscontrati a livello cerebrale, negli Stati Uniti d'America è stato da tempo vietato il commercio mentre in Europa e nel resto del mondo è ancora ampiamente usato a livello farmaceutico. Il farmaco viene normalmente prescritto per il trattamento dell'insonnia, intesa come difficoltà nell'addormentarsi, sonno caratterizzato da risvegli frequenti, risveglio precoce o insieme di tutti questi fattori. Trattandosi di una benzodiazepina ad azione medio-rapida, è spesso prescritta a pazienti che faticano a prendere sonno. Altre benzodiazepine con emivita intermedia (ad es. loprazolam, lormetazepam o temazepam) sono altrettanto efficaci in pazienti che hanno difficoltà nel rimanere addormentati e risultano generalmente preferibili a benzodiazepine con periodo di dimezzamento lungo, normalmente controindicate in tal senso in quanto causa di sonnolenza e riduzione della prontezza dei riflessi durante il giorno. I farmaci ipnotici dovrebbero essere usati solo per brevi periodi di tempo oppure su base occasionale nei pazienti affetti da insonnia cronica.

 

LACCIO ROSSO Il laccio rosso è l'arma utilizzata dal killer delle studentesse per mettere a tacere le sue vittime, dopo averle rapite dal campus dell'università di Wilmont, denudate e abbandonate nel bosco. Quelli che i criminologi indicherebbero come la sua SIGNATURE  o FIRMA che caratterizza ogni suo omicidio e lo distingue da altri assassini.