RINGRAZIAMENTI

   Scrivere un libro, o provare a farlo, resta ogni volta un lungo percorso da intraprendere, una sfida fra interminabili pagine bianche da riempire, troppe idee in testa e la consapevolezza che è fondamentale l’aiuto delle persone care che ruotano nella sfera della tua vita.

   A volte, appare essenziale anche affidarsi a perfetti sconosciuti che si prestano a procurarti materiale informativo essenziale per poter descrivere i luoghi dove ambientare i personaggi dell’opera. Premesso che LA CASA DELL’UOMO NERO nasce da un’idea di fantasia dell’autrice, che nomi, personaggi, istituzioni, luoghi ed episodi sono frutto dell’immaginazione e non sono da considerarsi reali, che qualsiasi somiglianza con fatti, scenari, organizzazioni o persone, viventi o defunte, veri o immaginari è del tutto casuale, e che l’autrice non vuole in alcun modo ledere a persone o cose, i miei primi ringraziamenti vanno all’ amministratrice del gruppo di Facebook “Sei di Aosta se…” che si è prestata a inviarmi tutto il necessario per poter prendere visione della città di Aosta, in particolare dei luoghi di culto.

   Un ringraziamento particolare va anche alla mia famiglia, i miei primi fans, e al mio compagno Roberto che resta ad ascoltare ininterrottamente i miei monologhi quando è indispensabile fare il punto della situazione per poter sviscerare la trama e al quale devo molto per la sua pazienza nel restarmi accanto ogni giorno e per i suoi preziosi consigli.

   In ultimo, ma non per questo meno importante, un sincero ringraziamento ai lettori che visitano ogni giorno il mio sito personale www.ladykiller.it e che hanno acquistato e letto il mio primo thriller. Con questa seconda opera spero di non deluderli e di continuare a conquistarli.